Comparsata sul Reykjavík Grapevine

Il Reykjavík Grapevine è una rivista online con edizione catarcea mensile edita in inglese. È la primcipale fonte di informazione per turisti ed expat che non padroneggiano l’Islandese, ed è molto popolare. Il livello varia molto: va da articoli di eccellente livello su politica e problemi sociali, a semplici goliardate.
    Ieri abbiamo avuto una lezione sui purismi nella lingua islandese, e la traduzione dei termini su materiale autoctono, cosa che a volte rasenta il grottesco, così che a pranzo, io e tre compagni, ci siamo divertiti a inventare nomi in antico islandese per i dinosauri, basandoli su quelli ufficiali in greco/latino, per scimmiottare questa pratica. Un gioco durato una ventina di minuti mentre pranzavamo, e il cui prodotto ho pubblicato sul mio profilo Facebook, ottenendo l’approvazione dei professori.   Le traduzioni erano volutamente goffe e contorte, sconfinanti nel ridicolo, cosa che contrasta comicamente con l’effetto di arcaica solennità della lingua.
    Dato il feedback positivo su Facebook, ho deciso di inoltrare il materiale alla redazione della rivista, e la loro risposta è stata entusiasta: ne hanno pubblicato un articolo in poche ore.

Ho scherzosamente presentato il lavoro come una proposta ufficiale da inoltrare al parlamento previa raccolta firme. La cosa è stata apprezzata da molti, tranne che qualche fanatico Ásatrú, che si è messo a fare le pulci alla grammatica e alle scelte lessicali, qualcuno che non ha capito che si trattava di uno scherzo, e un tizio che ha sentenziato come i nomi non fossero “badass”, come sostenuto dall’autrice dell’articolo, ma semplicemente “stupidi”. Internet non finisce mai di mostrare i lati peggiori dell’umanità, ma l’articolo ha avuto comunque tantissime condivisioni ed è una pubblicità simpatica per il corso di laurea, visto che la rivista viene seguita da gente proveniente da ogni parte del mondo.

Riporto qui uno screenshot dell’articolo per chi soffrisse a cercarlo cliccando sul link incorporato nel titolo della rivista in alto.

image

Ora si torna allo studio, ché gli esami sono dietro l’angolo.
A risentirci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...